Immagine

Condividiamo la dura lettera inviata alle istituzione dal Dirigente Scolastico dell’I.C. Livio Tempesta di via Plaia a Catania, che ospita anche una nostra sede formativa, dopo i recenti danneggiamenti e atti vandalici.

“Sono stato nominato dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Livio Tempesta” di Catania, con decorrenza giuridica 01 settembre 2015 e, pur tra tante difficoltà, ho onorato al massimo la mia funzione di Dirigente della Pubblica Amministrazione che gestisce risorse strumentali, finanziarie e umane, assegnategli non solo per garantire agli allievi il diritto costituzionale all’istruzione e alla formazione professionale, ma anche per dare loro la speranza di un futuro migliore.
Dal mio insediamento, ho dovuto gestire tante emergenze, tra cui:
1. furti dei pannelli di recinzione nel Plesso di “Via Gramignani” che si sono susseguiti a partire da agosto del 2015;
2. devastazione del Plesso di “Via Gramignani” nel luglio del 2016;
3. aggressione fisica, con referto medico del P.S. “ospedale Vittorio Emanuele”, nel novembre del 2016;
4. devastazione del Plesso di “Via Plaia” nel maggio del 2017, peraltro, preceduta da diverse incursioni consumate nei mesi precedenti;
5. devastazione del Plesso di “Via Plaia” che, nel settembre 2017 ha comportato l’inagibilità di un’intera ala della scuola per un solaio reso inagibile e ad alto rischio di crollo in seguito ad un allagamento doloso compiuto da ignoti.

Il senso del dovere e la piena consapevolezza di rappresentare lo Stato in un quartiere ad alto rischio della Città di Catania, mi ha permesso di affrontare con equilibrata serenità e massimo impegno tutte le problematiche che, di volta in volta, si presentavano. In tale impegno, è doveroso riconoscere la collaborazione della parte sana del quartiere San Cristoforo, nonché di alcuni docenti, che mi hanno permesso di continuare il mio lavoro con ottimismo e fiducia.
Il connubio con ERIS Formazione, è nato dall’esigenza di dare agli allievi di San Cristoforo un’opportunità formativa che rispondesse ai loro bisogni educativi e occupazionali; infatti, è accertato che, in questa zona della Città di Catania, gli allievi sono predisposti maggiormente alle attività pratico-laboratoriali.
La sinergia educativa che si è instaurata tra l’Istituto Comprensivo “Livio Tempesta” e l’Associazione ERIS Formazione è nata dal progetto ambizioso di volere educare e istruire l’allievo dalla Scuola dell’infanzia (3 anni) fino al conseguimento di una qualifica professionale (16 anni), così come prevede la normativa vigente, ma la cui realizzazione necessita di serenità e tranquillità.
È improponibile per un Paese civile come l’Italia, che ignoti possano liberamente e arbitrariamente violare più volte un edificio scolastico che non possiede strumenti di protezione attiva o passiva.
Gli atti in possesso di questa Amministrazione dimostrano più volte che è stato chiesto all’Ente Proprietario, Comune di Catania:
1. il ripristino del cortile del Plesso di “Via Gramignani”, attraverso la costruzione di un muro di cinta;
2. la sostituzione delle porte in alluminio della Scuola “Via Plaia”, con porte in ferro;
3. lo sgombero di masserizie e rifiuti posti nella “casa” del custode del plesso di “Via Plaia”, per permetterne il suo riutilizzo;
4. un incontro con il sindaco della Città Metropolitana di Catania, chiesto fin dal mese 2017, e tutt’oggi senza aver ricevuto riscontro alcuno;
5. l’installazione di un impianto di video sorveglianza, qualora le risorse economiche del Comune lo permettano.

Un famoso proverbio catanese così recita: “A Sant’Aita prima s’ arrubbanu e ‘appoi ci ficiunu i potti ri ferru” (it. la statua di Sant’Agata solo dopo che se la rubarono, fu protetta da cancelli in ferro).
Allora, nascono spontanee due domande:
• Fino a quando deve durare questo scempio?
• Cos’altro deve accadere perché gli Enti competenti provvedano ad installare le “porte in ferro”?

Perché si diano le doverose risposte, ciascuno si assuma la propria responsabilità davanti alla Costituzione, alla Legge e alla Cittadinanza”

Il Dirigente Scolastico
Dott. Tarcisio Maugeri